Relazione annuale Eu-Osha 2015 su sicurezza lavoro e nuovi rischi

Eu-Osha, l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, ha pubblicato la relazione annuale 2015 relativa alle attività svolte dall’agenzia nell’ambito della sicurezza sul lavoro e alle criticità rilevate negli ambienti di lavoro.

Dalla relazione emerge che è necessario adattarsi al cambiamento e ai rischi e alle sfide che esso automaticamente comporta. Come afferma Christa Sedlatschek, direttrice di Eu-Osha, “gli ambienti di lavoro sono caratterizzati da una crescente concorrenza e le tecnologie si sviluppano rapidamente. Di conseguenza è importante sapersi adattare ai cambiamenti e lavorare insieme per ottenere i migliori risultati possibili“.

Tra le attività più interessanti portate avanti da Eu-Osha lo scorso anno c’è sicuramente ESENER-2, l’indagine europea fra le imprese sui nuovi rischi ed emergenti. Dall’indagine è emerso che i rischi che si presentano maggiormente negli ambienti di lavoro sono psicosociali e legati ai disturbi muscoloscheletrici.

Settembre è stato caratterizzato, invece, dai risultati di un progetto pilota che punta a tutelare i lavoratori più anziani e, legato ad esso, a novembre è stata lanciata la nuova campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età per il biennio 2016-2017.

Per approfondire: comunicato stampa relazione annuale 2015 Eu-Osha

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*